top of page
  • Marketing

La conferma di finanziamento spiegata semplicemente

Se si ha intenzione di comprare una nuova casa o un nuovo appartamento, ci sono molti aspetti da considerare, soprattutto per quanto riguarda il finanziamento. Nel post del blog di questa settimana, esamineremo in modo approfondito la conferma di finanziamento e vorremmo spiegarle perché è fondamentale e quali vantaggi offre ai potenziali acquirenti così come ai proprietari.



Definizione di «conferma di finanziamento»


La conferma di finanziamento è in genere un impegno informale della banca in cui essa dichiara la sua disponibilità ad assumere il finanziamento di un oggetto di acquisto specifico o di un progetto di investimento. Questa può essere vincolante o condizionale.


Chiunque sia già in trattative concrete per acquistare o costruire un immobile si trova spesso davanti alla richiesta del venditore di una conferma di finanziamento. Il venditore vuole essere sicuro che l’importo di acquisto pattuito possa essere effettivamente pagato.


Per i potenziali acquirenti, è tuttavia anche possibile ottenere una conferma di finanziamento in anticipo, cioè senza un oggetto di acquisto specifico.




La conferma di finanziamento è un’accettazione di finanziamento affidabile?


No, come già spiegato in precedenza, la conferma di finanziamento è «informale», cioè nella maggior parte dei casi non è vincolante, e non deve essere confusa con il contratto di mutuo. Solo il contratto di mutuo è legalmente vincolante. In questo caso si stabiliscono tutti i dettagli contrattuali tra il mututatario e il mutuante.

Ciononostante, la conferma di finanziamento rappresenta una sicurezza sia per l'acquirente che per il venditore.


Il nostro consiglio per chi acquista: si raccomanda di chiarire in anticipo la possibilità di un finanziamento e non nel momento in cui si trova l’immobile dei propri sogni. Anche senza un oggetto di acquisto specifico, si può già fare richiesta di una verifica della solvibilità.


Il vantaggio: in questo caso la conferma di finanziamento può essere rilasciata molto più rapidamente e, per quanto riguarda la ricerca dell’immobile, si conosce già in anticipo l'importo massimo del finanziamento.


Soprattutto nelle zone particolarmente richieste, la possibilità di presentare immediatamente una conferma di finanziamento è di grande vantaggio.



Quali documenti servono alla mia banca o al potenziale mutuante per il rilascio una conferma di finanziamento?


Prima che il potenziale mutuante – di solito la banca – rilasci una conferma scritta di finanziamento, viene effettuata una verifica della solvibilità e saranno raccolte le informazioni sull’immobile. In particolare, si procede alla verifica dei seguenti elementi:

- Entità del finanziamento

- Informazioni e documenti sull’immobile (estratto del catasto, la descrizione dell’immobile, ecc.)

- Documentazione di prova del capitale proprio disponibile

- Informazioni sul patrimonio

- Dichiarazioni dei redditi


Se i documenti sono completi e l'affidabilità creditizia è garantita, la banca in genere rilascia la sua accettazione nell'arco di pochi giorni. Tuttavia lei, come potenziale acquirente, non è obbligato a fare uso dell’accettazione del finanziamento. La conferma di finanziamento da parte della banca è di solito gratuita.



Si corrono più rischi senza conferma di finanziamento?


Senza la conferma di finanziamento possono sorgere notevoli svantaggi sia per l'acquirente che per il venditore. I rischi sono quindi maggiori per entrambe le parti.


Se un compratore firma un contratto di acquisto senza essere in grado di versare la somma pattuita per l’immobile, gli saranno comunque addebitati tutti i relativi costi accessori, senza diventare tuttavia proprietario dello stesso. Nella maggior parte dei casi, il venditore si aspetta anche il versamento di un anticipo prima del pagamento della somma totale pattuita. Di regola, questo anticipo, esattamente come i costi accessori, non sono più recuperabili per l'acquirente se quest’ultimo poi non è in grado di pagare l'intero prezzo di acquisto.


Se un venditore rinuncia a una conferma di finanziamento, può verificarsi che si impegni con un compratore che poi magari si deve ritirare con poco preavviso perché non può ottenere il finanziamento dalla sua banca. O peggio ancora: l'acquirente firma ma poi non è in grado di pagare. A questo punto sono necessari altri passi legali, che comportano una maggiorazione delle spese e spesso un processo di lunga durata. Anche se il venditore può poi recedere dal contratto di compravendita, bisogna prima aspettare la data di pagamento concordata e poi stabilire una nuova data adeguata per il pagamento del prezzo di acquisto. Tutto questo comporta per il venditore tempi di compravendita molto più lunghi e l’impossibilità di pianificare adeguatamente le eventuali attività successive, per esempio l'uso dell’importo di vendita per l'acquisto di un altro immobile.


Le consigliamo di affrontare la questione del finanziamento e della conferma di finanziamento prima di iniziare il processo di acquisto, al fine di evitare rischi e ottenere un vantaggio sugli altri potenziali acquirenti.




Qualora abbia altre domande sulla conferma di finanziamento o sul finanziamento di una casa di proprietà in generale, saremo lieti di poterle dare ulteriori informazioni. Per i nostri esperti di mutui sarà un piacere offrirle la loro assistenza.




Commentaires


bottom of page