top of page
  • Marketing

Le principali tendenze del settore immobiliare nel 2022

Aggiornamento: 7 dic 2022

Sono già trascorse due settimane dall’inizio del nuovo anno e il mercato immobiliare riacquista slancio dopo le vacanze. L’investimento immobiliare continua a essere la prima scelta per gli svizzeri grazie ai tassi ipotecari tuttora bassi e anche a causa dell’incertezza generale: parola chiave coronavirus. I prezzi delle case e degli appartamenti sono più alti che mai e questi continuano a essere tempi d’oro per chi vende.


Con il post di questa settimana, vogliamo darle una panoramica delle altre tendenze che avranno grande influenza sull’andamento del mercato nel 2022. Buona lettura!

  • Appartamento condominiale e casa unifamiliare: un buon investimento

Il costo di una casa unifamiliare in Svizzera si aggira attualmente in media attorno ai 1'110'000 franchi, anche se a Zurigo o in altri importanti centri economici si può arrivare a una media di 3'200'000 franchi. L’alternativa più economica è allora l’appartamento condominiale perché, generalmente, è il costo del terreno a far lievitare sensibilmente il prezzo dell’immobile. Acquistando un appartamento in un condominio, la percentuale di questo costo diminuisce proporzionalmente.


Inoltre, gli obblighi per chi è proprietario di un appartamento condominiale non sono così numerosi come per i proprietari di case unifamiliari. Per di più, vivere in un appartamento rispecchia pienamente la tendenza di urbanizzazione. Ci sono quindi buoni motivi per investire nell’acquisto di un appartamento condominiale. L’offerta in questo ambito è maggiore, soprattutto nel campo delle nuove costruzioni. Nel 2019 sono stati costruiti complessivamente 48'040 nuovi appartamenti (fonte: UST) e l’attività edilizia non accenna a fermarsi. Indipendentemente dal fatto che si tratti di una sicurezza per la pensione o di un immobile da reddito, l’appartamento condominiale è sempre un buon investimento.


Le principali tendenze del settore immobiliare nel 2022

  • Edilizia ecologica e vita sostenibile

L’edilizia ecologica è in crescita – se non altro perché è prevista l’introduzione di leggi più severe in materia di CO2. L’efficienza energetica e l’uso più attento possibile delle risorse sono una scelta indispensabile al giorno d’oggi.

Tutti possono fare la loro parte per tutelare l’ambiente e mantenere la loro impronta sulla terra la più piccola possibile. Oltre ai metodi di costruzione a risparmio energetico specifici per la casa e l’uso attento delle risorse, ci sono altri modi per integrare la sostenibilità nella propria vita quotidiana e quindi ridurre la propria impronta.


  • Sempre più famiglie single

Le famiglie formate da una sola persona sono di gran lunga la forma abitativa più diffusa in Svizzera. I nuovi scenari prevedono un ulteriore forte incremento del numero dei nuclei familiari nei prossimi decenni, dovuto principalmente al flusso migratorio verso la Svizzera. Ma anche il cambiamento verso una maggiore emancipazione favorirà sicuramente questa tendenza. Nel 2019 si sono contati in Svizzera 3,8 milioni di famiglie. Tra il 2020 e il 2050 il numero dei nuclei familiari passerà da 3,8 milioni a 4,7 milioni, con un aumento del 23 percento.

Il consumo di suolo pro capite è aumentato perché ci sono più famiglie single, tuttavia, ora sta raggiungendo i suoi limiti poiché i prezzi degli immobili da comprare e affittare sono al limite superiore.


L’aumento più consistente negli ultimi anni è stato nel numero di famiglie monoparentali – specialmente quelle con madri sole. Attualmente il 16,2 percento degli 1,1 milioni di famiglie ha questa forma, di cui l’83,2 percento o 150'000 sono composte da madri sole con bambini.


Questo significa che la domanda di spazi abitativi adeguati sta crescendo sempre di più e il settore dovrà essere in grado di adattarsi alle esigenze delle famiglie single.


Sempre più famiglie single

  • Invecchiamento della società

Il cambiamento demografico che prevale ovunque in Europa non risparmia la Svizzera. Secondo la media degli scenari demografici, tra 30 anni ci sarà un aumento della popolazione di 1,3 milioni di persone, di cui 1 milione saranno pensionati. Il mercato immobiliare deve reagire a questo cambiamento o «tendenza» in termini di superficie abitativa, accessibilità e strutture per i disabili. Inoltre, sono importanti i collegamenti con il trasporto pubblico così come la vicinanza a strutture mediche o di assistenza.


Quello che molte persone non sanno: investire in un immobile destinato ad attività assistenziali e di cura può assicurare un buon ritorno. La maggior parte delle persone non ha ancora pensato a questa forma di investimento che presenta molti vantaggi: l’immobile destinato ad attività assistenziali e di cura. Di questo tipo di investimento fanno parte appartamenti in complessi residenziali, residenze per anziani o case di cura e simili. Grazie all’assistenza infermieristica o alle cure annesse, i residenti possono rimanere in gran parte indipendenti e, quando necessario, ricevere un sostegno immediato.



Il settore immobiliare si trova pertanto di fronte alla sfida di reagire a queste tendenze. La casa di proprietà rimane la soluzione più gradita rispetto all’affitto – e noi continueremo a tenerla aggiornata su tutte le tendenze e gli sviluppi!



Per maggiori informazioni sull’acquisto e la vendita di immobili, visiti il nostro nuovo sito web https://www.immosky.ch/it/ .

Se è interessato a un immobile da reddito, a questo link sono disponibili altre informazioni: https://www.immosky.ch/it/investire/immobile-da-reddito/





Comments


bottom of page