top of page
  • Marketing

Possedere una casa di proprietà al momento del pensionamento

Aggiornamento: 20 set 2022

...come godersi questa fase della vita nonostante l'ipoteca


Con l’arrivo della meritata pensione al termine dell’attività lavorativa, la situazione finanziaria subisce normalmente un cambiamento. Anche se si è stati previdenti e avveduti, l'AVS, la cassa pensione e le prestazioni del 3° pilastro sono di solito inferiori al reddito dell’attività lavorativa precedentemente svolta.


Il reddito più basso deve tuttavia garantire la sostenibilità dell’ipoteca in età pensionabile. La somma degli interessi ipotecari e delle spese accessorie non dovrebbe essere superiore a un terzo circa del reddito percepito. Il finanziamento classico può essere erogato nella misura di circa l'80 percento del valore dell'immobile fino a 7 anni prima del pensionamento. Ma già dall'età di 58 anni molte banche vagliano le nuove richieste di ipoteca o le estensioni di quelle già in essere, tenendo conto anche della cosiddetta «sostenibilità in età pensionabile». Il limite massimo di credito prima dell'età pensionabile – secondo le direttive della FINMA – è pari al 65% del valore di mercato dell'immobile.

Possedere una casa di proprietà al momento del pensionamento


Cosa fare?

Informarsi, analizzare, procedere! Ecco le tre parole chiave.


Informarsi

Per evitare spiacevoli sorprese, è essenziale prepararsi adeguatamente prima del pensionamento. Con largo anticipo – circa dieci anni prima del raggiungimento dell'età pensionabile – si dovrebbero fare i primi calcoli e cercare possibili alternative all'ipoteca attualmente in corso.


Per l’analisi della situazione sono necessari i seguenti documenti:


  • Estratto conto individuale: può essere richiesto direttamente sul sito ufficiale dell’AVS: www.ahv.ch.

  • Certificato di previdenza: viene inviato nei primi 2 mesi di ogni anno.

  • Regolamento della cassa pensioni: se non lo si trova più nei documenti relativi alla propria posizione lavorativa, è possibile richiederlo direttamente alla cassa pensioni.

  • Dichiarazione dei redditi

  • Bilancio familiare: da Internet è possibile scaricare vari modelli.



Analizzare

Sempre con largo anticipo, si dovrebbero analizzare principalmente le seguenti condizioni:


  1. Valore ipotecario della proprietàimmobiliare Ogni banca o istituto finanziario calcola il valore commerciale interno secondo le proprie linee guida. La conseguenza è che il valore reale o di mercato non corrisponde al valore commerciale interno della proprietà. Pertanto è importante rivolgersi per tempo alla banca per discutere di possibili sottovalutazioni. Conviene affrontare le ristrutturazioni più importanti della casa di proprietà almeno 5-7 anni prima del pensionamento, in modo che il valore dell’immobile sia in linea con i prezzi di mercato e la liquidità possa essere pianificata correttamente.

  2. Sostenibilità dell’ipoteca con il reddito da pensioneI costi figurativi relativi all’abitazione non devono superare un terzo del reddito, anche dopo il pensionamento. Alcuni istituti finanziari attuano politiche più accomodanti con i pensionati, dal momento che, diversamente da chi ancora lavora, percepiscono un reddito netto e non lordo. Per la maggior parte dei creditori, gli interessi calcolati si aggirano intorno al 5 per cento. Inoltre, si calcola circa l'1 percento del valore della proprietà come costi di manutenzione figurativi. Dato che la sostenibilità e il grado di finanziamento da parte dell’istituto di credito sono fortemente legati tra loro, è quindi possibile ridurre la sostenibilità ammortizzando l’ipoteca. Anche in questo caso, i consulenti esperti in materia previdenziale raccomandano di effettuare una prima analisi intorno ai 55 anni, in modo che ci sia abbastanza tempo per attuare le soluzioni necessarie.

  3. Tasse, 3° pilastro e consumo di capitale, vendita della proprietà immobiliare Soprattutto negli ultimi tre anni prima del pensionamento ordinario o anticipato, si dovrebbe disporre di calcoli precisi relativi alle tasse, al 3° pilastro, al consumo di capitale e a una possibile vendita della proprietà immobile. Gli specialisti in materia previdenziale possono indicare delle strategie su come attingere in modo ottimale ai fondi del 3° pilastro o dalla cassa pensioni, liquidandoli per tempo. In questo modo si potrà chiaramente capire se conviene richiedere una liquidazione parziale della pensione o piuttosto una totale dei fondi della cassa pensioni senza pensione.


Un importante aspetto da considerare è anche l’immobile stesso. L’attuale proprietà è «adatta all'età»? O sarebbe meglio qualcosa di più piccolo? Si vogliono apportare modifiche o installare impianti che permettano di trasformare l’immobile rendendolo «adatto all'età»? Quando è il momento giusto per vendere o ristrutturare?


Possedere una casa di proprietà al momento del pensionamento

Procedere

È possibile ricorrere a varie simulazioni per verificare come la rispettiva strategia si ripercuoterà sul consumo di capitale, la pressione fiscale e il bilancio familiare in età avanzata.

Le ricordiamo che quanto prima affronterà queste tematiche, tanto più rilassata sarà la sua vita da pensionato!



I nostri esperti di ipoteche saranno lieti di assisterla con consigli per prepararla al meglio alla pensione. Ci contatti, sarà un piacere potere rispondere alla sue domande!


Comments


bottom of page