top of page
  • Marketing

Previsione sui tassi ipotecari 2022: si annunciano fluttuazioni più significative

Aggiornamento: 20 set 2022

Nel nostro post di inizio anno, le vorremmo fornire una panoramica della situazione attuale con riferimento ai tassi di interesse e ai tassi di interesse negativi, così come una previsione sull’andamento fino alla fine del 2022. Per cominciare: il contesto dei bassi tassi di interesse rimarrà probabilmente ancora invariato per un po’ di tempo. Anche i tassi di interesse delle ipoteche rimarranno al livello odierno. Ma nel 2022 i tassi ipotecari saranno probabilmente soggetti a fluttuazioni più forti rispetto al 2021.


Cosa significa questo per chi quest’anno vuole realizzare il sogno di diventare proprietario di una casa e sta pianificando di richiedere un’ipoteca?


I tassi di interesse di riferimento per le ipoteche a tasso fisso a dieci anni sono aumentati di circa 10 punti base nell’ultimo anno e lo spread dei tassi di interesse ha fluttuato in modo piuttosto significativo tra l’1,03 e l’1,32%. Questa gamma di fluttuazione continuerà ad accompagnarci nel 2022 e, nella seconda metà dell’anno, ci sarà pertanto un aumento dei tassi di interesse.


L’aumento dei prezzi dell’energia e l’incremento dei prezzi nel settore turistico hanno alimentato i timori di inflazione alla fine del 2021, spingendo i tassi di interesse al massimo annuale. Quasi certamente si è trattato, tuttavia, di un fenomeno di breve durata. Ciononostante, all’inizio del 2022, si potrà percepire una leggera pressione verso l’alto sui tassi di interesse del mercato dei capitali e i prezzi probabilmente aumenteranno un po’. La prevista riduzione degli acquisti di obbligazioni da parte della Banca Centrale Europea darà un’ulteriore spinta ai tassi di interesse a lungo termine nella seconda metà dell’anno. Il mercato dei capitali, e quindi il mercato delle ipoteche, probabilmente non potranno sottrarsi completamente a questa tendenza.


Previsione sui tassi ipotecari 2022


Pertanto, ecco una serie di consigli per i mutuatari o coloro che stanno pianificando di richiedere un’ipoteca:


  • Non accetti il primo miglior tasso di interesse Per ottenere un buon tasso di interesse per la sua ipoteca, non dovrebbe mai accettare il primo miglior tasso di interesse offerto dalla sua banca. Vale infatti la pena, infatti, fare dei confronti. Di solito c’è una grande differenza tra i tassi di interesse pubblicizzati dagli istituti di credito ipotecario, i cosiddetti tassi di interesse di riferimento, e i migliori tassi di interesse negoziati. Quindi confronti le offerte e poi proceda con la negoziazione del miglior tasso di interesse per lei. Professionisti come gli esperti di ipoteche di ImmoSky AG saranno lieti di aiutarla in tal senso.

  • Osservi l’andamento del mercato delle ipoteche Se osserva attentamente il mercato, può sfruttare le fluttuazioni del mercato e approfittare di qualsiasi debolezza che vi si manifesta per stipulare la sua ipoteca nel miglior momento possibile. A questo scopo, vale la pena di fare ricerche online e usare come guida di orientamento i barometri ipotecari trimestrali di vari istituti di credito.

  • Dia la preferenza a scadenze lunghe (almeno 15 anni) Attualmente si rileva una crescente domanda di scadenze più lunghe. Questa tendenza verso durate di lungo termine si spiega sulla base di tre fattori principali:

    • Leggero aumento dei tassi del mercato dei capitali Come già descritto qui sopra, ci sono ormai segni evidenti di un leggero aumento dei tassi di interesse. Le condizioni attualmente molto favorevoli delle ipoteche a tasso fisso a lungo termine si protraranno probabilmente fino alla seconda metà del 2022 ma non oltre.

    • La previdibilità è maggiore Le ipoteche a tasso fisso di oltre 15 anni costano attualmente solo 36 punti base in più dei mutui a 10 anni. Per un’ipoteca di 750.000 franchi, ciò significa quindici anni di sicurezza di pianificazione per un costo mensile aggiuntivo di 225 franchi.

    • L’eliminazione della penale per il rimborso anticipato sta diventando sempre più una prassi Finora, l’uscita anticipata da un’ipoteca a tasso fisso era penalizzata con una premio di rimborso anticipato a volte molto alto. Sotto la pressione della concorrenza, ci sono sempre più istituti di credito che rinunciano in tutto o in parte al premio di rimborso anticipato. Quindi anche questo rischio non è più presente quando si stipula un’ipoteca a lungo termine.



Pertanto, se si osserva l’andamento del mercato e poi si agisce rapidamente, nel 2022 si potrà ancora accendere un’ipoteca a condizioni favorevoli. Saremo felici di aiutarla a trovare e scegliere l’ipoteca ideale per lei – e naturalmente anche l’immobile giusto. Con la consulenza ipotecaria di ImmoSky potrà realizzare subito il sogno di possedere una casa di proprietà.


Richieda ora una consulenza gratuita: https://www.immosky.ch/it/ipoteche/consulenza-ipotecaria/



Comments


bottom of page