top of page
  • Lea Bommeli

Il contratto di acquisto di un immobile

Per i non addetti ai lavori, l'acquisto di un immobile è associato a molti ostacoli e domande. Se alla fine è andata bene e avete trovato la casa dei vostri sogni, il contratto di acquisto deve essere sigillato con la firma. Ma di cosa dovete tenere conto? Cosa deve contenere il contratto d'acquisto? E c'è bisogno di un notaio? Chiariamo queste domande e vi mostriamo a cosa dovete prestare attenzione prima di firmare.



Che cos'è il contratto di vendita e quando è necessario?

Il contratto di compravendita regola tutto ciò che è legale tra acquirente e venditore. Deve essere firmato da entrambe le parti quando si stipula un contratto immobiliare. Il contratto viene redatto da un notaio. Nessuna compravendita immobiliare può essere conclusa senza un notaio (ai sensi dell'art. 216 del RU). Il notaio è considerato un intermediario neutrale. Controlla le iscrizioni nel registro fondiario e aiuta a chiarire eventuali ambiguità di entrambe le parti.


Certificazione del notaio

Una volta chiariti tutti i dettagli, il notaio autentica il contratto in presenza dell'acquirente e del venditore e legge il testo integrale del contratto ad entrambe le parti. Se tutti sono d'accordo, il contratto viene firmato e autenticato dal notaio. Di solito il notaio provvede anche al passaggio di proprietà al catasto.



Cosa deve contenere il contratto di acquisto?

I seguenti contenuti devono essere elencati come punti obbligatori:

  • Entrambe le parti

  • Il settore immobiliare

  • Il prezzo di acquisto

Nel contratto si raccomandano anche i seguenti punti:

  • Dati anagrafici completi di entrambe le parti (nome, indirizzo, data di nascita e nazionalità)

  • Descrizione dettagliata dell'immobile (ad esempio indirizzo, superficie dell'appezzamento, superficie abitabile, ecc.)

  • Condizioni dell'immobile ed eventuali difetti

  • Per le nuove proprietà, inclusi i piani di costruzione

  • Eventuali arredi venduti insieme ai beni

  • Costi di servizio

  • Coordinate bancarie del venditore

  • Modalità di pagamento, condizioni

  • Ripartizione dei costi notarili, delle imposte e delle tasse*.

  • Data del trasferimento e del passaggio di consegne

  • Possibili sanzioni contrattuali (se una delle parti non rispetta il contratto)

  • Tutti i documenti che fanno parte del contratto di acquisto


*Il trasferimento di un immobile può essere soggetto a diverse imposte. Ad esempio, l'imposta sugli utili immobiliari o l'imposta sul trasferimento di proprietà. Queste tasse possono variare da cantone a cantone.


Di norma, il prezzo d'acquisto concordato viene sempre trasferito dopo la firma del contratto. È consuetudine versare un acconto del 20% alla firma del contratto, mentre il resto viene versato al momento del trasferimento nell'appartamento o nella casa. Fa eccezione il caso in cui la banca accenda un'ipoteca.



L'ipoteca - la promessa irrevocabile di pagare

Nella maggior parte dei casi, l'acquirente può permettersi il prezzo di acquisto solo accendendo un mutuo presso una banca. Tuttavia, anche la banca deve rispettare determinate condizioni e concede un'ipoteca solo quando riceve la certificazione notarile del contratto di acquisto. Il notaio, a sua volta, può autenticare il contratto d'acquisto solo quando il prezzo d'acquisto è stato interamente pagato. È qui che entra in gioco la promessa irrevocabile di pagamento. Con essa, la banca si impegna legalmente a pagare l'importo del mutuo affinché il notaio possa concludere la transazione di acquisto.


Calcolo dei clienti ipotecari

Volete sapere se l'immobile dei vostri sogni è alla vostra portata? Scopritelo in soli 3 minuti con il nostro calcolatore online.



Verifica del contratto di acquisto

È importante controllare accuratamente il contratto. Se ci sono domande o ambiguità, è essenziale chiedere per evitare spiacevoli sorprese in seguito.


Attenzione: quando si acquista un appartamento, il contratto è ancora più complesso, perché come proprietario di un appartamento si appartiene al condominio e si possiedono quote della proprietà.


Una coppia guarda il contratto di acquisto


Rescissione dell'acquisto di un immobile

Il contratto d'acquisto diventa legalmente vincolante non appena viene firmato da entrambe le parti presso lo studio notarile. Con la firma ci si impegna a rispettare tutti gli obblighi e le richieste previste dal contratto. Solo in casi assolutamente eccezionali o in caso di gravi difetti è possibile ottenere il recesso dal contratto di acquisto. È quindi essenziale controllare accuratamente tutto prima di firmare.



Vendite immobiliari di successo grazie agli esperti

Vendere un immobile non è solo una questione di prezzo e velocità. Si tratta di un'operazione legale complessa che di solito viene effettuata solo una volta nella vita. Un agente immobiliare vi accompagna e si occupa di tutte le attività amministrative, dalla visione al notaio. Lasciatevi consigliare dai nostri esperti, che saranno lieti di aiutarvi in tutte le questioni immobiliari.



Komentarai


bottom of page